B.C.R. Regolazione Biologica Cellulare

Punti di dolore

Dolore, gonfiore, arrossamento, calore, limitazione funzionale, sono segni indicatori di un cambiamento del metabolismo intracellulare con un’alterazione dei livelli di energia, ovvero del flusso energetico tissutale.
In fase acuta all’interno della cellula si ha un basso potenziale energetico a motivo della risposta infiammatoria: la cellula sta spendendo la sua riserva energetica (ATP). Sono in atto molti scambi intra-extra cellulari che determinano un alto turn over energetico e conseguente emissione di calore (reazione esoergonica).
In fase cronica il metabolismo cellulare è invece rallentato e ciò determina, all’interno della cellula, un alto potenziale energetico. La riserva energetica (ATP) è integra mentre gli scambi intra-extra cellulari sono minimi e determinano un basso turn-over energetico: il tessuto è freddo, la cellula assorbe energia dall’ambiente esterno (reazione endoergonica).
I processi fisiopatologici sono perciò differenti nei tessuti con patologia acuta, cronica o cronica in fase di riacutizzazione con caratteristiche elettrochimiche differenti che ne variano la conduttività.

Quando si utilizzano radiazioni luminose a basse intensità per stimolare, ridurre o inibire l’attività biologica delle cellule si parla di fotobiomodulazione. Con questo termine si vuole esprimere quel complesso di reazioni biochimiche atraumatiche che si instaurano tra i fotoni luminosi emessi dalla strumentazione LED nanofotone ed alcuni  recettori cellulari.
L’interazione si basa sulle caratteristiche cliniche del processo fisiopatologico del paziente pronto a ricevere l’informazione luminosa e sui parametri fisici della radiazione del LED nanofotone: lunghezza d’onda, frequenza e intensità di energia. Parametri fisici diversi determinano effetti biologici diversi. E’ possibile ottenere effetti diversi di accelerazione o di decremento dell’attività cellulare variando i parametri fisici.

L’obiettivo del trattamento con la regolazione biologica cellulare (B.C.R.) è quello di ristabilire il corretto bilanciamento energetico tissutale poiché sia nei processi acuti che nei cronici abbiamo uno sbilanciamento energetico all’interno della cellula.

Punti di dolore

L’azione della terapia B.C.R. mediante microcorrenti e LED nanofotone ha effetto terapeutico diretto sul metabolismo cellulare.
Da stimoli luminosi LED e da stimoli elettrici di microcorrente si verifica una variazione del PH intracellulare e del potenziale elettrico della membrana del mitocondrio, per giungere ad un incremento della produzione di ATP e all’incremento della sintesi di  acidi nucleici.
Le particolari caratteristiche fisiche delle microcorrenti e del LED nanofotone attivano un’azione veloce e diretta sulla cellula e generano numerosi processi biochimici:

- aumento della produzione di ATP fino al 500%
- aumento dei trasporti di membrana fino al 40%
- aumento della produzione di proteine fino al 70%
- aumento della vascolarizzazione del flusso ematico locale; lo scarico linfatico di superficie aumenta e vengono drenati alcuni mediatori dell’infiammazione (leucociti e linfociti)

Da questi processi deriva un effetto fisiologico: riequilibrio di energia cellulare, stimolazione dei fibroblasti e dei linfociti, movimento attivo di ioni e inibizione della produzione di citochine.  I conseguenti effetti terapeutici sono: analgesia, aumento della rigenerazione dei tessuti, miglioramento del recupero funzionale, miglioramento del flusso linfatico e rapida eliminazione delle tossine muscolari.

LuXXamed

Punti di dolore

Luxxamed analizza i tessuti alterati del paziente, rileva una misura (I.R.T.) e modula la corrente in intensità, polarità, frequenza e damping in risposta alle alterazioni tissutali rilevate, in modo completamente automatico.
Durante il trattamento la modulazione della corrente varia al variare del flusso energetico tissutale in risposta ai cambiamenti metabolici della cellula.
Luxxamed elabora un protocollo terapeutico che varia ad ogni singolo trattamento in funzione dell’evolversi del flusso energetico tissutale, dei cambiamenti metabolici cellulari e, conseguentemente, del processo infiammatorio della patologia. Due le possibilità applicative: con elettrodi adesivi posizionati nelle zone da trattare o in modalità manuale.

In questa modalità l’operatore agisce direttamente su: muscolo, catene muscolari,  fasce,  cicatrici, trigger point, agopunti, utilizzando LED nanofotone o elettrodi manuali, applicando i principi delle tecniche manuali conosciute. L’utilizzo manuale del LED nanofotone per fotobiomodulazione in combinazione con le microcorrenti rappresenta un significativo passo in avanti nell’accelerazione dei processi di guarigione con conseguente diminuzione del dolore e degli altri sintomi fisiopatologici.

LUXXAMED - Dati tecnici

• Prodotto: Luxxamed HD1000
• Materiale: Alluminio
• Classe di Protezione: IP20
• Dichiarazione CE: CE0044
• Classe medica: prodotto Medicale classe IIa
• Dimensioni: 440mm x 400mm x 230mm
• Peso: 15kg
• Alimentazione: 90-264VAC - 47-63Hz
• Potenza assorbita: 300W
• Corrente di uscita: 1 microA - 999 microA in 1 microA steps
• Tensione di uscita: 60 V
• Frequenza di uscita: 0,1 HZ - 10kHz in 1 Hz steps
• Luce uscita corrente: 50 microA - 200 mA in 200 microA steps
• Luce tensione di uscita: 60 V
• Luce frequenza di uscita: 0,1 HZ - 10kHz in 1 Hz steps
• Luce blu lunghezza d'onda: 465nm
• Luce rossa lunghezza d'onda: 625nm
• Luce potenza di uscita: 0,25 - 1 W

Punti di dolore
©2014 Compagnoni Paolo - Massofisioterapista - via E. Fermi, 28 - Gussago - (BS) • Cod. Fisc. CMPPLA64M06B157K - P.IVA 03265120174
É vietata qualsiasi riproduzione previa autorizzazione scritta, ogni violazione verrá perseguita legalmente secondo i termini prescritti dalla vigente legge italiana.
webdesign: WebService